La Madonna della Misericordia

Fin dal Medioevo i nostri antenati si associavano fra di loro, unendo le risorse, le forze, i talenti in nome di uno scopo comune e sotto la protezione di Dio, della Madonna e dei Santi. Nascevano così anche in Agordino importanti confraternite, che si occupavano nello stesso tempo sia della preghiera e della religione, sia di opere concrete a favore della comunità.

Per lunghi secoli la più importante nelle nostre vallate fu la confraternita (o Schola) dei Battuti, che, ispirata dalla splendida immagine della Madonna della Misericordia, protettrice dell’umanità da tutti i mali, si impegnava alla preghiera ed all’assistenza dei poveri, degli ammalati e dei viaggiatori.

La sede più antica della Schola dei Battuti in Val del Biois era con ogni probabilità di fronte alla Chiesa di San Simon di Vallada; e non a caso, perché le strade antiche dell’intera Valle si congiungevano proprio a San Simon. Qui si incontravano quindi non solo i fedeli ed i pellegrini ma anche i viaggiatori di ogni tipo e per ogni motivo: questo era quindi il luogo migliore per far nascere una confraternita destinata all’assistenza di tutti e che diventò importantissima come testimonianza di fede, di carità concreta, di mentalità aperta e di attenzione alle novità in campo sociale ed artistico. 

L’impronta dei Battuti a San Simon di Vallada è tuttora visibile nella loro antica sede di fronte alla Chiesa, nello stesso tempo e per secoli luogo di fede vissuta e luogo di accoglienza.